Anello da Frati a Valdicastello

Anello da Frati a Valdicastello

Itinerario nel comune di Camaiore

Partenza dalla chiesa di Frati, si prosegue in direzione di Vado, attraverso Via S. Francesco, Via Terrapezzina, Via Cafaggio e Via di Mezzo.

Arrivati a Vado si costeggia la chiesa e seguiamo la mulattiera con tratto in salita che giunge alle prime case di Gello dove si svolta a sinistra per arrivare ai resti della chiesa e monastero di S. Giusto, anticamente S. Martino di Gello, stupenda chiesa romanica che faceva parte dell'antico monastero benedettino femminile, dedicato ai santi Martino e San Giusto, citato nell'anno 1148.
Troviamo ed imbocchiamo la mulattiera comunale (con tratto in salita inizialmente asfaltato) che ci consente di arrivare al borgo di Greppolungo. 

Passata la chiesa di Greppolungo ,sulla sinistra si scende per poi sbucare sulla strada carrabile sotto il cartello di Greppolungo, si prosegue e si imbocca sulla destra la via di Pianello.

Da via di Pianello si prosegue fino ad arrivare alla fine della strada carrabile e sbucare in un piccolo e agevole sentiero che ci conduce fino alla strada carrabile, due curve passato Montebello. Dall'imbocco della strada carrabile si prosegue verso la chiesa di Montebello, si costeggia e si prosegue verso destra per poi continuare e raggiungere dopo 500m il sentiero che ci porterà a Monteggiori: il sentiero è molto caratteristico per le canne di bambù in mezzo al quale passiamo.

Da qui si prosegue per la  strada carrabile, dirigendosi verso il centro del borgo di Monteggiori; visitato il borgo si scende e prima di arrivare sulla strada carrabile si imbocca a sinistra una piccola strada che conduce ai parcheggi e al cimitero di Monteggiori, per poi proseguire su Via di Rapalini con obiettivo Valdicastello: il sentiero è ben segnato, si percorre bene e si trova lungo il percorso anche un vecchio lavatoio abbandonato. 

Si sbuca poi su una strada privata e si scende fino e che si gira a destra per ad arrivare ad una piccola cascata. Si attraversa un piccolo ponte e si arriva sulla strada carrabile per poi arrivare al paese di Valdicastello dove si può ammirare la casa natale di Carducci e la chiesa di Valdicastello.

Da qui torniamo indietro sullo stesso sentiero fino ad un'abitazione privata con le statue di Botero; da qui si imbocca la strada carrabile a sinistra e percorrendo all'incirca 500m,si trova il cartello che ci segnala un tratto della francigena. Lo imbocchiamo a destra per poi sbucare al Relais Antico Frantoio; da qui si svolta sinistra e si prosegue per via Cannoreto per poi arrivare fino alla Via Balza Fiorita, qui svoltano sinistra e dopo pochi metri a destra.

A destra prendiamo una strada e dopo pochi metri, sulla sinistra troviamo di nuove le indicazioni per la francigena cioè il sentiero che costeggia Villa Le Pianore.

La superiamo e proseguiamo per all'incirca 500m per poi trovare via dell'Acquarella e sbuchiamo dopo una salita e discesa in via Dietro Monte la percorriamo e prima di arrivare ad un ponticello svoltiamo a sinistra seguendo le indicazioni per la via Francigena Sud: sbucheremo all'altezza di Incaba.
Si proseguirà lungo la via provinciale per tornare al punto di partenza, la chiesa di Frati.

Caratteristiche

Comune

Comune
CAMAIORE

Territorio

Territorio
COLLINA

Difficoltà

Difficoltà
MEDIA

Lunghezza

Lunghezza
16 km

Durata

Durata
4 h

Dislivello

Dislivello
390 m

Bambini e famiglie

Bambini e famiglie
CONSIGLIATO

Handicap/Passeggini

Handicap/Passeggini
NON ADATTO

Animali

Animali
ADATTO

Stato itinerario

APERTO
Inviaci foto e aggiornamenti di questo itinerario

Inserisci gratuitamente il tuo itinerario. Entra a far parte della Community SEI VERSILIA e promuovi anche tu il nostro bellissimo territorio.
Per ogni itinerario che inserirai, per te una stella. Al raggiungimento di 10 stelle... per te un fantastico gadget da ritirare in uno dei nostri negozi partner. Clicca qui!

FOTO GALLERY

Nelle immagini che seguono ti facciamo conoscere alcuni dettagli dell'itinerario